Gatti rossi: carattere di questi vivaci rubacuori

Pubblicato il 25/11/2019 da Manuela Veterinaria

«Qual è il carattere dei gatti rossi? Ecco qualche curiosità su questo fantastico colore di mantello.»

Categorie: Veterinari, gatti, Bisogno di esercizio, Carattere e socialità, Cure e salute

Veterinari,gatti,Bisogno di esercizio,Carattere e socialità,Cure e salute: Gatti rossi: carattere di questi vivaci rubacuori

Se "Lilli e il Vagabondo" ci ha insegnato a conoscere i gatti Siamesi (anche se il loro carattere non è per niente quello mostrato nel lungometraggio di animazione Disney), ecco che dobbiamo agli "Aristogatti" il merito di averci fatto amare i gatti rossi. Come non ricordare con affetto Romeo, er mejo del Colosseo? Ma qual è il carattere dei gatti rossi? E dove trovare cuccioli di gatti rossi?

Sommario:

Carattere dei gatti rossi

Gatto rosso gioca

Non è facile parlare del carattere dei gatti rossi per lo stesso motivo per cui non è facile spiegare il carattere dei gatti neri: non sono una razza a sé stante per cui possa essere definito un carattere da standard di razza. 

Il rosso è solamente un colore del mantello che non si accompagna a un carattere fisso: un gatto Persiano rosso non avrà lo stesso carattere di un gatto Abissino rosso (se vi ho incuriosito con queste due razze, date un'occhiata alle schede di razza del Persiano  e dell'Abissino  presenti sul sito dei nostri amici di AllevamentiRazze.it).

Possiamo però dire che i gatti rossi tendono ad avere un bel caratterino. Sono fieri e sanno imporsi sui loro padroni, prendendo i loro spazi. Cosa vuol dire? Che ve li ritroverete spesso in braccio, volenti o nolenti, pronti a farsi coccolare. Amano dettare legge in casa e noi umani siamo più che felici di concedergli quei piccoli vizi, anche se questo vuol dire stare con la finestra aperta in pieno inverno aspettando che il nostro adorabile micione rosso decida se stare in casa o uscire fuori. Sono gatti furbetti che sanno come farsi amare. Inoltre amano stare in compagnia dei loro umani, sono buffi e divertenti quando vogliono. L'importante è non cercare mai di imporsi loro: tendono a non prenderla benissimo.

Perché i gatti rossi femmina sono rari?

La maggior parte dei gatti rossi che troverete in giro sono maschi. Non che siano tutti maschi, intendiamoci: ogni tanto saltano fuori anche delle femmine rosse e, per via della loro rarità, solitamente vengono subito adottate. Diciamo che sono più rari i maschi tricolori delle femmine rosse, ma in entrambi i casi il motivo è puramente genetico.

Gatto rosso tigrato

Nei gatti, infatti, il colore rosso è causato da un gene chiamato Orange: grazie a questo gene il pigmento nero può essere trasformato in un pigmento rosso, arancio o crema. In questo caso si parla di O per il gene dominante e o per quello recessivo. La sua particolarità è che viene trasmesso solamente tramite il cromosoma X. 

I gatti maschi sono XY, quindi se hanno il gene O dominante saranno rossi, mentre se hanno quello o recessivo saranno di un colore diverso.

Per le femmine, invece, essendo XX, ci sono più variabili:

OO: gatta rossa, rara perché ha ereditato il gene dominante da entrambi i genitori

Oo: in questo caso i due geni, quello dominante e quello recessivo, non si comportano come al solito, ma finiscono con il mescolarsi, dando così origine o a gatte rosse o a gatte tricolore o a gatte squama di tartaruga

oo: gatta di altro colore perché è recessiva

Questo fa sì che per i gatti maschi sia più facile ereditare il gene dominante del colore Orange.

Razze di gatti rossi

Maine Coon rosso

Ci sono molte razze di gatti in cui è prevista la variante rossa. Per esempio si vedono spesso Persiani rossi o anche Maine Coon rossi

Più rari qui da noi sono i Somali, i Sacri di Birmania e gli Abissini rossi, mentre è più facile imbattersi in classici Europei rossi. Anzi, quando nei gattili arrivano delle cucciolate, i gattini rossi sono sempre i primi a trovare casa.

La variante rossa è prevista, per esempio, anche nei gatti dell'isola di Manx, nell'Angora turco, Exotic e Scottish Fold, solo per citare alcune razze molto famose.

Gatti rossi famosi nel cinema e nei cartoni animati

Ci sono alcuni gatti rossi diventati famosi. A livello di storia, sia Shakespeare che Churchill hanno avuto un gatto rosso come compagno. 

Gatto Persiano rosso

Per quanto riguarda il cinema e la televisione, ricordiamoci del gatto rosso compagno di Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany, chiamato semplicemente Gatto. E che dire del celeberrimo Garfield, gatto dei fumetti e dei cartoni animati che ha ottenuto anche una controparte cinematografica? 

Anche Jonesy, il gatto alle prese con gli xenomorfi di Alien e fedele compagno di Ellen Ripley è un bel gatto tigrato rosso.

Per rimanere in tema di cartoni animati, invece, anche Birba, il gatto di Gargamella dei Puffi, è un gatto rosso. Abbiamo già parlato di Romeo negli Aristogatti, ma nello stesso film abbiamo anche un gattino rosso-fulvo: è Matisse, uno dei tre cuccioli di Duchessa. Tigrato rosso è anche il Gatto con gli Stivali nella serie Shrek. Andando più indietro nel tempo, Giuliano, il gatto di Andrea in Kiss me Licia, è un pacioso gatto tigrato rosso che, in quanto a stazza, non ha nulla da invidiare a Garfield.

Dove trovare cuccioli di gatti rossi?

Vi siete innamorati di questi piccoli teppistelli rossi? Nella nostra sezione degli annunci su AnnunciAnimali potete trovare molte richieste di adozione e vendita di gattini rossi:


Annunci di gatti rossi
Gattino rosso

Commenta questo articolo:

Ti potrebbe interessare: