Razze gatti a pelo lungo: 4 accessori fondamentali

Pubblicato il 06/04/2020 da Manuela Veterinaria

«Se avete scelto un gatto a pelo lungo, ci sono alcuni accessori fondamentali da avere per riuscire a mantenere lo splendore del suo mantello.»

Categorie: Veterinari, gatti, Gatti Pelo Lungo, Adattabilità, Cure e salute

Veterinari,gatti,Gatti Pelo Lungo,Adattabilità,Cure e salute: Razze gatti a pelo lungo: 4 accessori fondamentali

Avete deciso di prendere un gatto a pelo lungo (o a pelo semilungo)? Che sia un serafico Persiano, un maestoso Sacro di Birmania o un'imponente Maine Coon dovete essere preparati al fatto che la cura del suo folto e lungo mantello richiederà un po' più di attenzioni rispetto a un gatto a pelo corto. Conviene abituare sin da piccolo il gattino a farsi spazzolare e toelettare, in modo che sia avvezzo a determinate manipolazioni. Inoltre è anche importante che nella casa dove abita un gatto a pelo lungo non manchino questi accessori fondamentali.

Sommario:

Accessori per gatti a pelo lungo: spazzola e cardatore

Spazzole e cardatori non dovrebbero mai mancare con un gatto a pelo lungo. Se per un gatto a pelo corto basta un pettine a maglie fitti e denti arrotondati o anche una di quelle manopole double face che da una parte hanno dei morbidi denti in gomma e dall'altra una superficie a cui i peli rimangono attaccati, per un gatto a pelo serve qualcosa di più.

Persiano

Se il gatto a pelo lungo non viene spazzolato, si formano dei nodi che a lungo andare provocano problemi cutanei al gatto. Nei casi più gravi quasi tutto il corpo del gatto è ricoperto da nodi giganteschi e infeltriti

In questo caso, evitare di lavare il gatto nella speranza che l'acqua sciolga i nodi: non succederà mai. Visto che prevenire è meglio che curare, abituate il gatto sin da piccolo a farsi spazzolare una o anche due volte al giorno. In questo modo eviterete sia la formazione dei nodi che l'ingestione da parte del gatto di grandi quantità di peli durante le sue quotidiane attività di toelettatura, cosa che conduce inevitabilmente alla formazione di boli di pelo nello stomaco o nell'intestino.

Spazzole in commercio ce ne sono parecchie, di varie forme e fogge: tutto sta nel trovare quella con cui voi e il vostro gatto vi trovate meglio. Una delle più gettonate è il Furminator: ce n'è di modelli adatti sia per i gatti a pelo lungo che a pelo corto, occhio a scegliere quella giusta. E' molto comodo, permettere di togliere i nodi (a meno che non siano enormi) e elimina parecchio sottopelo morto.

Paste per i boli di pelo

Altro accessorio da non dimenticare sono le apposite paste per i boli di pelo del gatto. Sotto forma di paste o anche di tavolette appetibili, in commercio ne troverete di diversi gusti: anche qui tutto sta nel trovare quella che il vostro gatto gradisce di più. Il meccanismo di azione di tutte queste paste è lo stesso: favorire l'espulsione del bolo di pelo.

Soprattutto nei gatti a pelo lungo (ma succede frequentemente anche nei gatti a pelo corto), la continua ingestione del pelo durante la toelettatura (i gatti sono animali molto puliti e si leccano di continuo, ingoiando i peli) forma dei boli di pelo nello stomaco.

Sacro di Birmania

Questi boli dovrebbero, in teoria, proseguire nell'intestino ed essere espulsi con le feci. Ma spesso accade una delle due cose:

  1. il bolo di pelo si accumula nello stomaco senza proseguire nell'intestino. Quando il bolo diventa di una certa dimensione, il gatto cercherà di vomitarlo: a volte ci riesce (e vedrete un cilindro di peli compressi più o meno lungo con un po' di succhi gastrici intorno), a volte no (vedrete solo vomito di succhi gastrici perché il bolo è rimasto nello stomaco)
  2. il bolo di pelo riesce ad arrivare nell'intestino, ma è così abbondante che rende le feci dure e secche. Il gatto non riuscirà a defecare regolarmente, le feci ritenute diventeranno sempre più dure e secche rendendo la defecazione sempre più difficile fino ad arrivare a stipsi cronica o blocco intestinale da fecalomi

Ecco che per ovviare a ciò, in commercio troverete diverse paste. Queste paste favoriscono l'espulsione del pelo o tramite il vomito o nelle feci: in un modo o nell'altro i peli dovranno uscire.Nei gatti a pelo lungo conviene dare con regolarità queste paste in modo da ridurre la formazione di boli di pelo.

Alimentazione dedicata ai gatti a pelo lungo

Norvegese delle Foreste

Ci sono anche alimenti dedicati ai gatti a pelo lungo: svolgono la stessa funzione delle paste per i boli di pelo (nulla vi vieta di abbinare paste e cibi dedicati comunque, si possono usare insieme). 

Questi alimenti di solito sono ricchi di fibra e aiutano l'espulsione dei boli di peli regolando la funzionalità intestinale e cercando di prevenire la stipsi.

Raccoglipelo

Se avete un gatto a pelo lungo, mettete in conto che, inevitabilmente, troverete dei peli in giro per casa. Ad essere onesti è più facile raccogliere dei peli lunghi che dei peli corti. Ma in entrambi i casi munitevi di strumenti adatti per raccogliere i peli del vostro gatto che troverete in giro (ci sono panni appositi, ma basta anche un classico rullo raccoglipeli, quello che si usa solitamente per togliere polvere e peli dai vestiti).

Dove trovare un gatto a pelo lungo?

Se state cercando un gatto, provate a dare un'occhiata alla nostra apposita sezione degli annunci: troverete sia gattini di razze a pelo lungo che a pelo corto (e anche adozioni del cuore).

Annunci gatto a pelo lungo
Maine Coon

Commenta questo articolo:

Ti potrebbe interessare: