Ragdoll, prezzo e colori del gatto bambola

Pubblicato il 29/04/2020 da Manuela Veterinaria

«Un gatto dolce che si affloscia in braccio come una bambola di pezza: ecco il Ragdoll (con focus su carattere e colore del mantello).»

Categorie: Veterinari, gatti, Ragdoll, Adattabilità, Bisogno di esercizio, Carattere e socialità, Prezzi e Dove trovarlo, Cure e salute

Veterinari,gatti,Ragdoll,Adattabilità,Bisogno di esercizio,Carattere e socialità,Prezzi e Dove trovarlo,Cure e salute: Ragdoll, prezzo e colori del gatto bambola

Dopo esserci deliziati le pupille con il Sacro di Birmania, oggi tocca ad un'altra di gatto a pelo semilungo: il Ragdoll. E' un gatto che va per la maggiore negli Stati Uniti e nel Regno Unito, qui da noi se ne vedono pochi e spesso vengono confusi con il Sacro di Birmania. Comunque sia, se cercate un gatto-cane, è la razza che fa per voi: sono dolci  si affezionano tantissimo alle persone. Non a caso è noto come il gatto "bambola di pezza" per l'abitudine di afflosciarsi totalmente rilassato fra le braccia del padrone, proprio come se fosse una bambola di pezza.

Sommario:

Ragdoll: storia e origini

La storia del Ragdoll è abbastanza recente. Le sue origini risalgono agli anni Sessanta: qui un gatto bianco a pelo lungo di nome Josephine, senza Pedigree e di tipo Persiano/Angora ebbe diverse cucciolate da maschi Birmani o Burmesi. La caratteristica delle cucciolate di Josephine era che nascevano gatti tranquilli, docili e che si rilassavano del tutto quando presi in braccio. 

Ragdoll seal point

Ann Baker, notando il comportamento peculiare di questi mici, acquistò diversi gattini dal proprietario di Josephine, un suo vicino di casa e decise di provare a creare una nuova razza. Era nato il Ragdoll.

La selezione del Ragdoll prevedeva non solo un carattere ben specifico, ma anche diversi altri fattori fra cui la colorazione di tipo Siamese e il fatto di essere gatti di taglia grande (anche se non quanto un Savannah o un Maine Coon).

Tuttavia lo standard di razza del Ragdoll che ancora oggi usiamo non è quello voluto dalla Baker: la donna registrò il marchio Ragdoll e si rifiutò di entrare a far parte dei altre associazioni. Tuttavia l'International Ragdoll Cat Association o IRCA conta ad oggi pochi gatti, i quali fra l'altro non vengono riconosciuti nelle esposizioni. Quelli che possono partecipare alle esposizioni sono quelli che derivano dalla selezione fatta alla fine degli anni Ottata da Denny e Laura Dayton, partendo sempre da gatti IRCA. Ma non è finita qui: nel 1994 un altro gruppo di allevatori e gatti lasciò l'IRCA per via delle sue severe norme di restrizione dell'allevamento e creò la razza Ragamuffin. Il Ragdoll venne riconosciuto come razza ufficialmente nel 1992, solo quando il marchio Radgoll della Baker non venne rinnovato.

Ragdoll, tutti i colori del mantello

Per quanto riguarda lo standard di razza del Ragdoll, trovate la scheda anche dai nostri amici di AllevamentiRazze.it.  In generale il Ragdoll è un gatto dall'aspetto massiccio e imponente, pur mantenendo intatta la caratteristica tutta felina dell'eleganza e agilità.

Ragdoll adulto

 E' un gatto di taglia grande:

  • maschi: 8-9 kg
  • femmine: 5 kg

Ma è sul mantello del Ragdoll che vogliamo concentrarci. E' un gatto a pelo semilungo, dalla coda lunga e con numerose varietà di mantello:

  • colorpoint: seal, chocolate, blue, lilac, red e cream point (a loro volta i colori possono essere solid, shaded e smoke, un po' come i Siamesi)
  • bicolor: hanno la caratteristica di avere una V rovesciata sul muso
  • lynx o tabby point: seal, chocolate, blue, lilac, red, cream, blue-cream e lilac-cream
  • tortie point: seal, chocolate, blue e lilac
  • tortie lynx point: seal e chocolate
  • mitted: ha le quattro zampe bianche come il Sacro di Birmania (si confondono spesso col Birmano, ma il Ragdoll è più grande e ha sempre il mento bianco, mentre nei Birmani è colorato)

Per quanto riguarda gli occhi, invece, devono essere sempre azzurri-blu.

Ragdoll: il carattere del gatto bambola

Ragdoll gatto bambola

Il punto di forza del Ragdoll, oltre che il colore del mantello, è il carattere. E' stato selezionato per essere un gatto docile e tranquillo, rilassato e fiducioso. E' un gatto socievole e affettuoso, vuole essere coccolato e adora giocare.

Non è un gatto aggressivo e non è neanche invadente. Se preso in braccio, si rilassa fiducioso. Ciò non vuol dire che, se provocato, sia da esseri umani o da altri gatti, non possa reagire in stile squisitamente felino.

Ama il contatto fisico, cerca costantemente la compagnia dei suoi umani, per cui non è un gatto adatto a chi passa molte ore fuori casa. Tende anche a essere un po' permaloso.

In virtù del suo carattere, è adatto alle famiglie con bambini, agli anziani o anche come gatto da Pet therapy.

Quanto costa un Ragdoll?

Un cucciolo di Ragdoll può costare dai 700 ai 900 euro in media, ma molto dipende anche dalla genealogia, dal tipo di allevamento e dalla selezione fatta.

Dove trovare un Ragdoll?

Se vi siete innamorati perdutamente del Ragdoll (e non capiamo come sia possibile il contrario), provate a dare un'occhiata alla nostra sezione degli annunci, troverete diverse offerte: 


Annunci Ragdoll
Ragdoll cuccioli

Commenta questo articolo:

Ti potrebbe interessare: