Bulldog Inglese nano: consigli prima di adottarlo e per il primo anno

Pubblicato il 07/08/2018 da Manuela Veterinaria

«Tutto quello che c'è da sapere sui cuccioli di razza Bulldog inglese. E scopriamo se esiste o no il Bulldog inglese nano.»

Categorie: Veterinari, cani, Cani Taglia Media, Bulldog, Carattere e socialità, Prezzi e Dove trovarlo, Cure e salute

Veterinari,cani,Cani Taglia Media,Bulldog,Carattere e socialità,Prezzi e Dove trovarlo,Cure e salute: Bulldog Inglese nano: consigli prima di adottarlo e per il primo anno

Il Bulldog inglese è un cane assai particolare, sin dalle sue origini. E' evidente che questa razza deriva da un'anomalia strutturale che è stata fissata poi nella specie per ottenere questo suo aspetto particolare: è stato l'uomo, con la selezione, a fissare i caratteri tipici del Bulldog inglese. Il suo nome significa "cane toro": la scelta del nome deriva dal fatto che a metà Ottocento, questi cani erano usati per i combattimenti contro i tori dentro le arene del Regno Unito. 

Molto probabilmente il Bulldog inglese discende dagli antichi Mastini asiatici. 

Molte persone su internet cercano il Bulldog inglese nano, ma in realtà da standard di razza Enci  non esiste nessuna variante nana del Bulldog, il Bulldog inglese viaggia sui 23-25 kg. Molto probabilmente le persone confondono il Bouledogue francese credendolo un Bulldog nano. L'altra alternativa è che molti venditori aggiungono la dicitura commerciale nano accanto al nome di razza per invogliare i compratori ad acquistare, ma di fatto non esiste il Bulldog inglese nano. L'ultima opzione è che sia un cane affetto da una malattia, il nanismo ipofisario, ma in questo caso mi auguro che nessuno voglia vendere un cane malato spacciandolo per una variante rara. 

Consigli prima di adottare un Bulldog inglese nano

Come vi dicevo prima, non esiste nessun Bulldog inglese nano. Se qualcuno cerca di vendervi a prezzo maggiorato un cucciolo di Bulldog inglese spacciandolo per nano, le cose sono due: o sta cercando di vendervi un cucciolo affetto da nanismo (malattia assai grave e che porta spesso a morte il cane nei primi anni di vita) o si tratta di una mossa puramente commerciale per aumentare il prezzo.

Bulldog inglese che dorme

Se decidete di condividere la vostra vita con un Bulldog inglese, dovete tenere in conto diversi fattori:

  • è un cane di taglia medio-grande, raggiunge i 25 kg, per cui occupa un certo spazio in casa
  • sono cani che patiscono tantissimo il caldo, come tutti i cani brachicefali: soprattutto d'estate dovete fare molta attenzione ai colpi di calore
  • non è una razza che ama fare tanto movimento fisico, per cui se volete prendere un cane che venga a correre con voi, non è questa la razza giusta
  • possono avere un carattere notevolmente cocciuto, per cui prendete in considerazione l'idea di farvi seguire inizialmente da un educatore cinofilo se riscontrate problemi nella sua educazione
  • sono cani brachicefali per eccellenza, molti soggetti soffrono della cosiddetta Sindrome del Cane Brachicefalo che comporta diverse anomalie di struttura (narici troppo strette, velo palatino troppo lungo, paralisi laringea, gastriti croniche...): questo vuol dire che se deciderete di condividere la vostra vita con un Bulldog inglese, essendo cani molto delicati dal punto di vista della salute, preparatevi a trascorrere molto del vostro tempo dal veterinario (dal punto di vista della salute il costo di mantenimento di un Bulldog inglese non è proprio economico)

Tutto lo standard di razza del Bulldog inglese

Per ulteriori dettagli e informazioni sullo standard di razza Enci del Bulldog inglese vi rimandiamo alla lettura delle nostre schede di razza sul sito Allevamenti Razze:

Consigli per un primo anno di vita col vostro Bulldog inglese

Il primo anno di vita con un Bulldog inglese trascorre né più, né meno come se lo passaste con un cucciolo di altre razze. Tuttavia ci va qualche accortezza in più. Dal punto di vista di microchip, sverminazioni e vaccinazioni si è a livello di cani di altre razze, qui non cambia niente. 

Tuttavia bisogna essere particolarmente accorti su due fronti, lo sviluppo del carattere/educazione e la salute in generale:

Bulldog inglese adulto

  • comportamento/educazione: tendenzialmente un cane pigro e tranquillo, se non correttamente educato e socializzato, un cucciolo di Bulldog potrebbe darvi qualche problema di gestione. Essendo anche un cane difficile da contenere per via del fatto che praticamente non ha il collo (un po' in stile Maurizio Costanzo per intenderci), se nel cucciolo notate atteggiamenti eccessivi e difficili da controllare, non abbiate timore nell'affidarvi subito a un educatore cinofilo/veterinario comportamentalista, in modo da risolvere eventuali problemi educativi e comportamentali prima che la situazione degeneri
  • salute: il Bulldog inglese è un cane molto delicato. Frequenti vari gradi di Sindrome da Cane Brachicefalo (alcune forme richiedono anche interventi chirurgici specialistici), problemi di colpi di calore, di cardiomiopatie, di colonna vertebrale: il Bulldog inglese non si fa mancare nulla. Non sono cani molto longevi rispetto ad altre razze, ma c'è da dire che sanno dare molto ai loro proprietari. Proprio per via di questa salute delicata, mettete in conto di dover spendere un po' di più della media anche dal veterinario. Il consiglio è quello di fare un controllo veterinario cardiologico di sicurezza, per valutare sia cuore che vie aeree, sin dal primo anno di vita del cane, in modo da valutare se ci siano determinate problematiche e porvi rimedio sin da subito
Un consiglio particolare riguarda l'intolleranza del Bulldog inglese alle alte temperature. Il problema è che già non respirano benissimo di loro per via della conformazione del cranio, ma quando arriva il caldo, faticano proprio parecchio. Ancora di più che con altre razze, evitate di portare il Bulldog inglese a spasso nelle ore più calde della giornata e lasciategli sempre acqua a disposizione: cercate di ridurre al minimo il rischio di un colpo di calore

Se vive in giardino, assicuratevi che stia all'ombra, in una zona ventilata e magari procurategli una piscina all'ombra dove rinfrescarsi a seconda delle necessità. Se vive in casa, fate in modo che l'ambiente sia il più fresco e ventilato possibile; se necessario, attivate anche l'aria condizionata.

Dove trovare cuccioli di Bulldog inglese nano?

Se siete alla ricerca di cuccioli di Bulldog inglese nano, potete dare uno sguardo nella nostra sezione dedicata agli annunci, ne troverete in tutta Italia


Adotta un cucciolo di Bulldog inglese
Cucciolo di Bulldog inglese
Fonte: FCI

Commenta questo articolo:

Ti potrebbe interessare: