Cosa dare da mangiare al cucciolo appena arrivato a casa

Pubblicato il 09/05/2018 da Manuela Veterinaria

«Piccoli consigli su cosa dare da mangiare a un cucciolo appena arrivato a casa per evitare problemi. E, soprattutto, cosa non dare da mangiare.»

Categorie: Veterinari, cani, Prezzi e Dove trovarlo, Cure e salute

Veterinari,cani,Prezzi e Dove trovarlo,Cure e salute: Cosa dare da mangiare al cucciolo appena arrivato a casa

Nell'entusiasmo dell'arrivo a casa di un nuovo cucciolo, bisognerebbe anche pensare in anticipo a cosa dargli da mangiare. Lo so che la felicità di avere un nuovo cane ci fa distrarre un pochino, però oltre a pensare a cucce, ciotole e giocattoli, sarebbe importante anche stabilire in anticipo quello che il cucciolo dovrebbe mangiare, in modo da essere preparati e da avere il cibo giusto in casa prima che arrivi il cane. E non dopo. Questo è bene farlo appena il nuovo cucciolo arriva a casa, sin dai primi giorni. Ecco allora qualche consiglio su cosa dar da mangiare al cucciolo che è appena arrivato a casa vostra.

Evitate i cambi bruschi di alimentazione

La cosa migliore che si possa fare è evitare i cambi bruschi di alimentazione. Questo perché nei cani, sia cuccioli che adulti, spesso e volentieri il cambio troppo veloce di alimentazione provoca problemi gastroenterici come vomito e diarrea. E questa è una cosa da evitare assolutamente nei cuccioli, perché potrebbe favorire l'insorgenza di altre patologie. 

Golden retriever che mangiano

Per fare ciò, chiedete a chi aveva in precedenza il cucciolo, cosa gli dava da mangiare con precisione. Nel caso stesse facendo un'alimentazione commerciale, chiedete la marca del mangime e l'esatta tipologia di crocchette. Non basta sapere che il cucciolo prima mangiava quelle crocchette piccole, rotonde e marroni: è equivalente a dire che "Prendo quella pasticca, bianca, sì, quella con la scatola bianca e azzurra con le scritte nere" o "Che macchina ho? Ma, una con le ruote, il volante e ho anche il freno a mano".

Stessa cosa se stava mangiando cibo casalingo: chiedete esattamente cosa stava mangiando e le quantità. Con il cibo casalingo, però, ancora più che con quello commerciale, appena venuti a conoscenza di quello che mangiava, contattate il vostro veterinario per capire se la dieta così formulata è bilanciata e soddisfa i fabbisogni nutrizionali del cane o se deve essere modificata per evitare squilibri nutrizionali.

Alimentazione commerciale o casalinga? 

Qui ci vorrebbe un articolo solo per parlare di questo argomento. In breve, dal mio punto di vista vanno bene entrambe, basta che siano fatte bene e con alimenti di buona qualità. Molti proprietari non vogliono dare un'alimentazione commerciale perché convinti che faccia male e poi si scopre che per loro il concetto di alimentazione casalinga è dare gli avanzi da tavola, cibi conditi con sughi, fritti, blocchetti di pancetta per il sugo... Così è ancora peggio che dare crocchette. Ecco i vantaggi e svantaggi dei diversi tipi di alimentazione nel cane:

  • alimentazione commerciale: in generale le crocchette sono già bilanciate per quella tipologia di cane, quindi non hanno bisogno di ulteriori integrazioni. Tuttavia bisogna valutare la qualità delle crocchette, il rapporto prezzo/qualità e la digeribilità di quella marca per quel tipo di cane. Se è vero che le crocchette non devono essere piene di soli cereali (il cane rimane comunque un animale onnivoro, per cui la base di carne è fondamentale), anche le note marche di crocchette iper proteiche consigliate nei forum in alcuni casi potrebbero non essere adatte. Pur rimanendo di ottima qualità, anche dal punto di vista delle materie prime, spesso cibi troppo proteici creano problemi gastroenterici. Bisogna valutare volta per volta per il singolo cane: quello che va bene per uno, non va bene per l'altro. Di sicuro un cucciolo deve mangiare le crocchette Puppy (vuol dire cucciolo in inglese), adatte alla propria taglia. La maggior parte delle marche di croccantini suddivide le crocchette per cuccioli in Puppy – piccola taglia, Puppy – media taglia e Puppy – grossa taglia.
  • alimentazione casalinga: per quanto riguarda l'alimentazione casalinga, è ottima perché potete controllare in prima persona la qualità delle materie prime, ma richiede un maggior impegno da parte vostra. Prima di tutto, alimentazione casalinga non vuol dire dare al cane gli avanzi della tavola, ma vuol dire cucinare a misura di cane. In secondo luogo, fare una dieta casalinga non vuol dire dare solamente carne, pasta e verdura al cane. Ok, vuol dire dare anche questo, ma oltre a proteine, carboidrati, grassi e fibre bisogna bilanciare anche vitamine, minerali e acidi grassi. Soprattutto in un cucciolo è fondamentale che la dieta sia perfettamente equilibrata in quanto il cane è in crescita e un errore alimentare potrebbe avere ripercussioni anche da adulto. Specialmente nei cani di grossa taglia non è facile creare un'alimentazione casalinga perfettamente bilanciata, motivo per il quale vi consiglierei di farvi creare una razione personalizzata o dal vostro veterinario o da un nutrizionista veterinario

Cosa dare da mangiare nell'emergenza?

Cucciolo che mangia

Certo è che se vi arriva il cucciolo all'improvviso a casa, magari di notte o nei week-end, non è detto che riusciate subito a contattare un veterinario o un nutrizionista veterinario. A questo punto bisogna arrangiarsi con quello che si ha in casa. In generale del petto di pollo o della carne di manzo bollita o alla piastra non hanno mai fatto male a nessuno, soprattutto nell'urgenza. Magari abbinatevi un po' di pasta stracotta e della carota/zucchine lessi per fornire un po' di fibra, condite con una goccia di olio di semi a crudo ed avete una razione d'emergenza per un cucciolo affamato.


Poi appena possibile contattate il vostro veterinario e valutate con lui come procedere per la sua alimentazione. Il che non vuol dire aspettare un mese prima di contattare il veterinario, ma cercare almeno di parlargli entro pochi giorni.

Ricordatevi poi che è sempre meglio razionare il cibo al cucciolo e non lasciarglielo a volontà, molti cani sono ingordi e non riescono a regolarsi da soli per quanto riguarda la quantità di cibo da ingerire.

Cosa non dare da mangiare al cucciolo

Ci sono alcune cose che non dovete assolutamente dare da mangiare al cucciolo, anche se lo so che siete tentati di dargliele:

  • latte: assolutamente vietato, anche in minima parte, sia quello per cuccioli, che quello vaccino. Se avete portato a casa un cucciolo, vuol dire che deve avere più di due mesi di vita (la legge italiana prevede che non possano essere ceduti cani più piccoli di due mesi e sprovvisti di microchip) e quindi è già ampiamente svezzato: non ha bisogno del latte per cuccioli. Inoltre dargli del latte è il modo migliore per scatenare vomito e diarrea
  • avanzi da tavolo: assolutamente sbilanciati e non adatti all'intestino di un cane. E vale per qualsiasi avanzo, dai tortellini alla carbonara, passando per l'arrosto e il fritto
  • salumi: è capitato diverse volte che non sapendo cosa dare al proprio cucciolo, i proprietari abbiano cominciato a dare i cubetti di pancetta per fare il sugo, wurstel... tanto è carne, no? Sì, è carne, ma è anche troppo speziata. Non vorrete causare subito una pancreatite al vostro cane, vero?
  • dolci e cioccolata: vale in generale per tutti i cani

Ci sono poi dei cibi nocivi e vietati per i cani, sono alimenti che sono tossici per loro. Se date un'occhiata alla nostra guida, scoprirete quali siano questi alimenti da non dare ai cuccioli. 

Cucciolo che beve il latte

Dove trovare cuccioli di cane?

State cercando un cucciolo di cane di una razza particolare? Provate a controllare nei nostri annunci se c'è qualche cucciolotto che fa al caso vostro:

Commenta questo articolo: