Vermi cane: come effettuare la sverminazione del proprio cane

Pubblicato il 26/06/2018 da Manuela Veterinaria

«Una delle prime cose da fare quando si prende un cucciolo di cane, è quella di portare cane e campione di feci dal veterinario per scopre se abbia dei parassiti intestinali e, in caso di positività, quale vermifugo e quale protocollo di sverminazione adottare.»

Categorie: Veterinari, cani, Cure e salute

Veterinari,cani,Cure e salute: Vermi cane: come effettuare la sverminazione del proprio cane

Un problema piuttosto comune nei cuccioli è la presenza di parassiti intestinali. A seconda del tipo di parassita, possono esserci sintomi diversi, tuttavia abbastanza comuni sono sintomi come la diarrea, il vomito e la perdita di peso. E' molto importante, quando si prende un nuovo cucciolo di cane, portarlo il prima possibile dal veterinario con un campione di feci: in questo modo, tramite gli esami delle feci, il vostro veterinario potrà stabilire quale o quali tipi di parassiti il cane abbia (sono piuttosto frequenti le infestazioni multiple) e decidere quale protocollo utilizzare per la sverminazione del cane.

Non esiste, infatti, un vermifugo che sia attivo contro tutti i tipi di parassiti intestinali del cane. Questo è il motivo per cui, prima di acquistare alla cieca in farmacia un vermifugo (magari spendendo soldi inutilmente per un farmaco che in quel momento non serve), conviene far fare una visita e un esame feci dal veterinario.

Quali sono i parassiti intestinali più comuni nei cuccioli?

Cucciolo di cane che gioca

Questi sono i parassiti che comunemente si trovano nei cuccioli di cane (attenzione: i medesimi parassiti li si trova anche negli adulti, con una certa frequenza):

  • Ascaridi: lunghi come spaghetti, vengono trasmessi dalla madre al momento del parto o possono essere contratti leccando feci o terriccio contaminato
  • Tenie: il tipo di tenia più diffuso nei cuccioli è il Dipylidium caninum, trasmesso dalle pulci
  • Tricocefali: parassitosi da debellare il prima possibile in quanto potrebbe causare diarrea emorragica e convulsioni
  • Anchilostomi: spesso li si vede in associazione ad altre parassitosi
  • Coccidi: ospite specifici, possono causare diarrea emorragica, vomito e abbattimento nei cuccioli
  • Giardia: parassitosi più diffusa di quanto non si pensi, la contraggono leccando feci, terriccio o acque contaminate dalle deiezioni di altri cani

Consigli su come sverminare il cane

Come vi dicevamo prima, non esiste un unico vermifugo adatto a sverminare per tutti i tipi di vermi. Bisogna prima capire quali parassiti intestinali il cane abbia e poi valutare quale antiparassitario usare. Questo perché alcuni protocolli per Coccidi e Giardia, per esempio, richiedono la somministrazione di antibiotici specifici per lunghi periodi: se il cucciolo non ha questi parassiti, è inutile dargli farmaci per periodi prolungati.

In generale, seguite le indicazioni del vostro veterinario soprattutto per quanto riguarda i dosaggi in cuccioli molto piccoli. La maggior parte dei vermifughi va somministrata a stomaco vuoto: l'effetto sverminante del farmaco potrebbe dare mal di pancia con vomito, quindi meglio se il cane è a stomaco vuoto.

Cucciolo di Carlino

A questo proposito, se a seguito di sverminazione il cucciolo diventa mogio e non mangia, ricontattate il veterinario: probabilmente aveva così tanti vermi che l'effetto sverminante li ha fatti morire tutti insieme, rilasciando tossine che potrebbero causare un po' di abbattimento nel cucciolo. In questo caso il veterinario provvederà a impostare terapia di sostegno con fluidi e vitamine per aiutare il cucciolo a superare questa fase.

In caso di cuccioli, poi, conviene sempre anche prima sverminare il cane prima di fare il vaccino.

Cerchi aiuto per il tuo cucciolo?

Se siete alla ricerca di informazioni anche veterinarie per gestire e accogliere al meglio il vostro cucciolo, vi consigliamo di dare un'occhiata alla nostra sezione veterinaria:

 

Cerchi aiuto?
Cucciolo di cane

Commenta questo articolo: