Gatto Bengala: carattere e come si comporta in casa

Pubblicato il 30/05/2018 da Manuela Veterinaria

«Vivace e dal forte istinto predatorio: con un gatto Bengala non vi annoierete mai. Ma qual è il carattere del Bengala? E come si comporta a casa?»

Categorie: Veterinari, gatti, Bengala, Adattabilità, Carattere e socialità

Veterinari,gatti,Bengala,Adattabilità,Carattere e socialità: Gatto Bengala: carattere e come si comporta in casa

Il gatto di razza Bengala è un ibrido, nel senso che è frutto di un incrocio fra un gatto domestico e il gatto-leopardo selvatico. Originariamente il dottor Centerwall, nel 1973, cercò di creare una razza che fosse immune al virus della leucemia felina: per fare questo cominciò a incrociare gatti domestici con il gatto leopardo asiatico. Ovviamente non riuscì nel suo intento originario, ma la razza piacque e, per tentare di renderla più docile, venne incrociata anche con gatti Egyptian, Burmese, Abissino, Mau e Ocicat.

Gatto Bengala: carattere

I primi Bengala erano piuttosto nervosi e selvatici. Anche allo stato attuale, si considera il gatto Bengala come un gatto domestico solamente dopo la terza generazione: in quelle precedenti, infatti, potrebbe manifestare ancora comportamenti da gatto selvatico. Considerate, però, che anche se addomesticato, un gatto Bengala mantiene sempre qualche caratteristica originaria del gatto selvatico da cui discende.

Gatto Bengala, razza ibrida

Queste sono le principali caratteristiche del carattere del gatto Bengala:

  • gatto vivace e attivo, ama correre e saltare
  • forte istinto predatorio e ottimo cacciatore
  • molto veloce
  • affettuoso verso i proprietari, anche se  è un po' più agitato e nervoso della media.
  • molto indipendente, ama la compagnia dell'uomo e di altri gatti, ma ha bisogno dei suoi spazi e di posti dove isolarsi quando ne sente la necessità
  • non ama stare troppe ore da solo, quindi non è indicato per chi passa molte ore fuori casa per lavoro

Fondamentale per il Bengala è la socializzazione con l'uomo sin da piccoli. I gattini devono essere manipolati fin da piccini: se il Bengala rimane in compagnia solamente della madre e del resto della cucciolata durante la delicata fase della socializzazione, potrebbe sviluppare problemi comportamentali da mancata socializzazione con l'uomo. Per aiutarvi nella scelta del gattino, vi proponiamo un utile articolo relativo a cosa chiedere prima dell'adozione di un gattino.

Come si comporta il Bengala in casa?

Vivendo con un gatto Bengala in casa, vi renderete conto di diverse cose: 

Gatti Bengala

  • essendo un gatto molto attivo, il Bengala ha bisogno di spazio per muoversi, correre e saltare
  • anche se sta sempre e solo in casa, dovete fornirgli strumenti, giochi e superfici adatte a sfogare questa sua natura più selvatica
  • il Bengala è anche un gatto molto curioso, ama esplorare l'ambiente, quindi mettete la casa in sicurezza per evitare che la troppa curiosità si traduca in danni
  • lasciategli un adeguato spazio per giocare, ma predisponete anche dei posti dove possa rintanarsi quando vuole stare in solitudine
  • la cosa migliore sarebbe avere un giardino debitamente recintato dove il Bengala possa fare il movimento di cui ha bisogno, ma può vivere anche in appartamento, a patto di riuscire a creare uno spazio adatto dove possa correre

A chi è adatto il gatto Bengala?

Viste le particolarità del Bengala, questa razza è adatta a persone attive che amano gatti vivaci, iperattivi e turbolenti, mentre è sconsigliata a chi vuole gatti tranquilli e a chi non ama i gatti imprevedibili. Inoltre non è adatta a chi trascorre troppe ore fuori casa. Ideale sarebbe avere un accesso all'esterno.

Dove trovare gatti Bengala?

Se state cercando un Gatto Bengala, date un'occhiata ai nostri annunci animali:

 

Annunci gatti Bengala
Gattino Bengala

Commenta questo articolo:

Ti potrebbe interessare: