Pappagallo Parrocchetto monaco e dal collare: prezzo info e consigli

Pubblicato il 11/12/2018 da Manuela Veterinaria

«Tutto quello che volevate sapere sul Pappagallo Parrocchetto: varianti e prezzo.»

Categorie: Veterinari, uccelli, altri, Uccelli, Altri Animali, Carattere e socialità, Cure e salute

Veterinari,uccelli,altri,Uccelli,Altri Animali,Carattere e socialità,Cure e salute: Pappagallo Parrocchetto monaco e dal collare: prezzo info e consigli

Conoscete il Parrocchetto dal collare? E' uno dei pappagalli di medie dimensioni più diffusi nelle nostre voliere. Inoltre è un pappagallo molto diffuso in natura, lo si trova in Africa, in India e in Cina. E' un pappagallo particolarmente adatto ai neofiti, viste le ridotte dimensioni e le poche esigenze. Inoltre è anche capace di riprodursi in cattività. Tuttavia ci sono anche altri Parrocchetti molto amati, come quello testa di prugna e la Cocorita.

Sommario:

Generalità sul Pappagallo Parrocchetto

Il nome scientifico del Pappagallo parrocchetto è Psittacula krameri. E' anche noto come Parrocchetto dal collare. Fa parte dell'Ordine degli Psittaciformes, famiglia degli Psittaculidi. E' grande più o meno 40 cm, solitamente ha una livrea verde, coda con sfumature azzurrine, sottocoda giallo, linea nera che unisce la cera agli occhi, mandibola inferiore nera, mandibola superiore rossa con punta nera e iride gialla.

Parrocchetto dal collare

Il dimorfismo sessuale è piuttosto evidente:

  • maschio: collarino rosa che vira sul viola sulla nuca con una banda nera che va dal becco al collo
  • femmina: più pallida, non ha il collarino rosa, non ha la banda nera e le timoniere centrali sono più corte. Occhio però che i soggetti immaturi assomigliano alle femmine

La sua stagione riproduttiva, qui da noi, va da maggio ad agosto. La femmina depone da 2 a 6 uova, con incubazione di 22-24 giorni. I piccoli cominciano a volare intorno alle 6-7 settimane.

Carattere del Parrocchetto dal collare:

  • animale sociale e gregario
  • non troppo amante delle coccole
  • gli piace giocare e interagire con i suoi umani
  • si lega parecchio alla famiglia
  • attenzione che se non correttamente educato, potreste non riuscire a gestire bene la sua fase aggressiva
  • non fateli mai convivere con altri uccelli, soprattutto pappagalli. Inoltre da evitare la convivenza con gatti e furetti in quanto sono loro prede naturali. Talvolta si riesce a farli convivere con i cani, ma solo se vengono allevati insieme sin da piccoli, altrimenti potrebbero stimolare l'istinto predatorio del cane (da evitare la convivenza con cani da caccia o con forte istinto predatorio)

Il Parrocchetto dal collare: come allevarlo e alimentazione

Ecco alcune indicazioni su come gestire l'alloggio e l'alimentazione di un Parrocchetto dal collare:

Parrocchetto dal collare: coppia

Gabbia e alloggio

La gabbia per i Parrocchetti dal Collare deve soddisfare diversi requisiti:

  • sistematela in una zona tranquilla e a temperature costante, evitando quelle più calde come cucina e bagno
  • evitate di metterla vicino a porte e finestre, per via della corrente d'aria
  • attenzione a tenere la gabbia in cucina: le padelle antiaderenti rilasciano nell'aria sostanze tossiche per i volatili
  • se tenete la gabbia in esterno, non deve essere in pieno sole, ma deve esserci sempre un riparo all'ombra
  • più la gabbia è grande e meglio è
  • nella gabbia deve essere posizionata una casetta-nido, possibilmente che stia all'esterno della gabbia vera e propria e con porta che diriga verso l'interno della gabbia (se la casetta ha una porta chiudibile è più facile poi pulire la gabbia)
  • sul fondo della gabbia mettete dei giornali
  • lasciate fieno e paglia sul fondo in modo che possa prenderli per farsi il nido
  • mettete più posatoi di diverse dimensioni
  • aggiungete gli appositi giochi per pappagalli e rametti, in modo che non si annoi. Vanno anche bene i tubi in cartone
  • nella gabbia devono essere posizionate le ciotole per il cibo e il beverino
  • sono uccelli che amano fare il bagno, quindi aggiungete una vaschetta per l'acqua sul fondo

Alimentazione e dieta

Alcuni consigli sull'alimentazione del Parrocchetto dal collare:

  • usate l'apposito cibo misto con semi per parrocchetti
  • aggiungete frutta come mele, uva, pere, prugne, arance e mandarini
  • aggiungete un po' di verdura: finocchi, carote, sedano (questi li usano anche per giocare), zucchine, cavoli, piselli e fagioli (questi ultimi con buccia)
  • cereali (sempre cotti)
  • blocco di sali minerali
  • pellettati per pappagalli
  • frutta e verdura vanno dati freschi e la sera vanno tolti se non li hanno mangiati
  • tagliate frutta e verdura a misura di becco di pappagallo e mescolateli fra di loro

Ma il Parrocchetto dal collare parla? 

Parrocchetto dal collare gioca

Il Parrocchetto dal collare è un pappagallo intelligente e facilmente addestrabile. Con un po' di pazienza è possibile insegnargli parecchie parole. Quindi sì, il Parrocchetto dal collare parla.

Parrocchetto dal collare: qual è il prezzo?

Il prezzo di un Parrocchetto dal collare è abbastanza variabile: si va dai 120 euro ai 250 euro

Coppia di Parrocchetto dal collare

Vivere con un Parrocchetto monaco

Parrocchetto monaco

Il Parrocchetto monaco, invece,è l'unica specie del genere Myiopsitta, ma fa sempre parte dell'Ordine degli Psittaciformes, famiglia Psittacidae. E' l'unica altra specie, oltre al Parrocchetto dal collare, a nidificare in Italia. Queste sono le sue principali caratteristiche:

  • colore verde chiaro con fronte, guance e petto grigio chiaro; addome giallo che sfuma di verde; remiganti e timoniere blu; becco bruno, iride marrone e zampe grigie
  • più piccolo del Parrocchetto dal collare, è alto 29 cm
  • è un pappagallo socievole e gregario
  • non ha un evidente dimorfismo sessuale (per distinguerli con certezza serve il sessaggio molecolare o endoscopico)
  • è molto rumoroso, gracchia di continuo
  • non è un pappagallo di difficile gestione neanche per i neofiti
  • si adatta a vivere anche in voliere all'esterno, a patto che siano ben riparate
  • è un pappagallo intelligente, vivace, curioso e che ama giocare
  • si lega parecchio alla persona che si occupa di lui ed è un chiacchierone
  • si annoia facilmente se non gli vengono dati stimoli adeguati

Il Parrocchetto testa di prugna

Il Parrocchetto testa di prugna (Psittacula cyanocephala) lo riconoscete subito: il corpo è verde, mentre la testa è viola. Queste sono le sue caratteristiche principali:

Parrocchetto testa di prugna

  • alto 35 cm
  • livrea verde, fronte viola con riflessi blu; collare nero; groppa, sottocoda e parte inferiore dell'ala verde-azzurro; dorso e scapolari verde oliva, mentre le copritrici alari sono verdi; sulla spalla tipica macchia rossastra; becco giallo-arancione sulla mascella e nero sulla mandibola
  • più tranquillo degli altri visti finora, potrebbe convivere anche con altri pappagalli
  • si spaventa facilmente, non gli piacciono i movimenti bruschi
  • anche lui è piuttosto rumoroso
  • ha bisogno di voliere ampie
  • non gradisce il freddo
  • presente il dimorfismo sessuale: la femmina ha il cappuccio grigio-azzurro, ha sfumature rosate sul viola della testa, il collare è giallo e non nero, la parte superiore del becco è gialla e quella inferiore grigia e non ha la macchia rossastra sull'ala

Il Parrocchetto barrato

Parrocchetto barrato

Il Parrocchetto barrato è il Bolborhynchus lineola. Rispetto ai precedenti, è meno diffuso qui da noi. Ecco le sue principali caratteristiche:

  • è alto 16 cm, è un pappagallo di piccola taglia
  • il colore di base è il verde e ha delle barrature sulle penne della testa, del dorso e dell'addome
  • il dimorfismo sessuale non è così evidente, il maschio ha barrature nere più evidenti nelle penne centrali delle timoniere (cosa che nelle mutazioni albine o lutino non si nota)
  • pappagallo robusto, se ben adattato e al riparo riesce a vivere anche in voliere all'esterno
  • sono monogami, mai separare una coppia
  • ha un carattere tranquillo, docile, curioso e sensibile
  • molto coccolone, vuole parecchie attenzioni
  • facile da allevare

Il Parrocchetto ondulato

Infine arriviamo a un altro pappagallino molto conosciuto. Ecco il Parrocchetto ondulato, il Melopsittacus undulatus, meglio noto come Cocorita:

Cocorite

  • alto 15-20 cm
  • il colore di base è il verde con ali con ondulature nere e gialle; testa gialla con zembrature e macchie blu sulle guance; coda gialla e blu
  • dimorfismo sessuale evidente: negli adulti la cera sul becco è blu, mentre nelle femmine è bianca (marrone durante l'estro); nei piccoli, il maschio ha la cera azzurra/viola uniforme, mentre la femmina ha la cera azzurina con bianco intorno alle narici. Nei soggetti albini o lutini la cera è bianca nelle femmine (marrone durante l'estro) e viola nei maschi
  • rispetto ad altri volatili, la sua riproduzione non si basa sul fotoperiodo, bensì su quanto cibo ha a disposizione
  • è un pappagallo particolarmente adatto ai neofiti e alle famiglie con bambini
  • la Cocorita è un pappagallino curioso e che ama la compagnia
  • è docile, socievole e affettuoso

Dove trovare un Parrocchetto?

Siete alla ricerca di un Parrocchetto? Provate a dare uno sguardo ai nostri annunci:


Compra subito un parrocchetto
Parrocchetto

Foto: By Nevit Dilmen [GFDL or CC-BY-SA-3.0], from Wikimedia Commons - By Lisa Lenscap (originally posted to Flickr as komodo hanging out) [CC BY-SA 2.0 ], via Wikimedia Commons

Cerchi un cucciolo di uccello, animale, Uccello o Altro Animale?

Sei un Veterinario?

Vuoi approfondire le caratteristiche dei cani?

Commenta questo articolo: