Pastore del Caucaso: carattere e temperamento, il video

Pubblicato il 25/06/2020 da Manuela Veterinaria

«Carattere e temperamento del Pastore del Caucaso: un cane non adatto a tutti. E lo dice anche Emanuele Artibani.»

Categorie: Veterinari, cani, Cani Taglia Grande, Bisogno di esercizio, Apprendimento, Carattere e socialità, Cure e salute

Veterinari,cani,Cani Taglia Grande,Bisogno di esercizio,Apprendimento,Carattere e socialità,Cure e salute: Pastore del Caucaso: carattere e temperamento, il video

Oggi andiamo ad approfondire meglio la conoscenza del Pastore del Caucaso in una maniera insolita: andiamo ad apprendere qualcosa di più su carattere e temperamento di questo cane grazie al video che Emanuele Artibani ha pubblicato su YouTube, video dedicato al Pastore del Caucaso, il custode del tempo. Come ribadito più volte, il Pastore del Caucaso è un cane non solo imponente fisicamente, ma dal carattere molto particolare. Non è un cane adatto a tutti, di sicuro non ai neofiti o a chi ha scarsa esperienza in cinofilia o nell'educazione dei cani. Potete trovare il video di cui parliamo seguendo questo link:

Sommario: 

Il Pastore del Caucaso visto da Emanuele Artibani

Nel video presente su YouTube, Emanuele Artibani ci spiega diverse cose del Pastore del Caucaso:

  • Il custode del tempo: in Asia il Pastore del Caucaso viene definito Il custode del tempo riferendosi non a quello attuale che si vede nelle esposizioni, ma al cane molossoide originale da cui sono discesi tutti i molossoidi e i cani da montagna attuali
  • ambiente originale: il Pastore del Caucaso si sviluppa in un ambiente non molto ospitale e da un clima molto rigido e aspro
  • addomesticamento: venne addomesticato in origine per difendersi dai ladri, dai predatori e per proteggere gli allevamenti. Da qui deriva il suo carattere e il suo rapporto nei confronti dell'uomo: se non sei il suo proprietario, lui giustamente può supporre che tu sia un ladro perché è nato per pensare in questa maniera. Ecco perché non è un cane adatto a tutti. Aggiungeteci poi il fatto che, dal punto di vista della selezione, il primo ad attivarsi fu l'Esercito Russo. Divenne il cane ufficiale dell'Esercito Russo, quindi il suo carattere non venne di certo ammorbidito, anzi. Quei cani non erano avvicinabili da estranei, ma successivamente si intervenne per cercare di mitigare questo carattere per renderlo più avvicinabile anche solo a livello di esposizione o per la maggior richiesta come cane da compagnia
  • aspetto: maestoso, imponente
  • carattere: Emanuele Artibani definisce il Pastore del Caucaso un cane "coraggioso". E' sicuro di sé e non si fa intimidire, se è convinto di avere ragione, avanza, non indietreggia mai. La maggior parte dei Pastori del Caucaso, davanti a un problema/minaccia, non contempla la fuga (per lui non esiste questa opzione basilare per tutte le altre razze di cani), bensì la affronta direttamente: si pianta davanti al problema/minaccia, testa alta e lo fissa negli occhi. Il Pastore del Caucaso è, per sua natura, ostile agli estranei: lui protegge la sua famiglia, casa e branco, mentre nei confronti di chi non conosce è sempre diffidente. Anche Artibani ribadisce il concetto secondo il quale non va MAI sollecitata l'aggressività del Caucaso perché è già una razza che, mentalmente, non ha paura dell'uomo. Non bisogna neanche fidarsi del scodinzolio: se entri nel suo territorio, anche se sta scodinzolando, se non si è in compagnia del proprietario, si può andare incontro a situazioni spiacevoli. Il Pastore del Caucaso, infatti, è noto per far entrare le persone, sembrando quasi amichevole, solo che poi non è detto che sia così accomodante nel farle uscire dal suo territorio, quasi come se ti attirasse in trappola. E con gli altri animali? Tendenzialmente li ignora: anche quando c'è qualche altro cane intorno a lui che magari fa la voce grossa, è talmente consapevole di sé e della sua forza che semplicemente non li considera
  • a chi è adatto il Pastore del Caucaso? Secondo Artibani, non tutti possono avere un Pastore del Caucaso. E' un cane molto impegnativo, sia fisicamente che mentalmente e ci va una grande cultura cinofila alle spalle per saperlo gestire. Non è neanche adatto a chi ha poco tempo da dedicargli: dovete ricordargli costantemente di essere il suo proprietario perché se viene relegato in giardino da solo e non si interagisce mai con lui, lui poi comincia a considerare anche il proprietario come un estraneo. E ricordatevi che il Pastore del Caucaso non ama gli estranei

Pastore del Caucaso: il carattere secondo l'Enci

Pastore del Caucaso

Riportiamo anche la definizione del carattere del Pastore del Caucaso secondo lo standard di razza dell'Enci

L'Enci definisce il Pastore del Caucaso un cane fermo, attivo, sicuro di sé, indipendente e senza paura. Esattamente quanto detto prima nel video di Artibani. E' un eccellente cane da guardia ed è attaccato al suo proprietario (ovviamente a patto che questi si comporti come tale e sappia gestirlo correttamente). 

Pastore del Caucaso: carattere e temperamento

Fra le due descrizioni del carattere del Pastore del Caucaso, non ce ne voglia l'Enci, ma di sicuro quella di Artibani è più precisa e puntuale: ci spiega meglio quale sia l'effettivo carattere del Pastore del Caucaso. Inoltre è anche maggiormente in linea con le descrizioni che si trovano un po' ovunque su questa razza.

Dappertutto (sui manuali di cinofilia dedicati alle razze, sui siti internet specifici per questa razza, sui blog di appassionati...), si legge che il Pastore del Caucaso è un cane forte, coraggioso e assai territoriale. Se avete spulciato un po' di libri che descrivono le razze, la tendenza è quella di etichettare un po' tutte le razze come adatte a chicchessia: ogni singola razza sembra sempre andare bene per tutti, neofiti, anziani, bambini, esperti cinofili... e questo anche quando evidentemente non è così.

Ebbene, se notate, questa cosa non accade con il Pastore del Caucaso. Da tutte le parti viene ribadito a caratteri cubitali che non è una razza adatta ai neofiti, come prima adozione o a chi non ha esperienza sufficiente. Questo perché il cane dopo l'anno di età cambia carattere da un giorno all'altro: il giorno prima è un cucciolone giocherellone e imbranato, il giorno dopo ti ritrovi per le mani un enorme cane da guardia, protettivo verso la famiglia e la casa e ostile e diffidente verso tutti gli altri esseri umani.

Questo accade perché per secoli il Pastore del Caucaso è stato selezionato per fare la guardia e proteggere la famiglia, la casa e il bestiame da ladri e predatori, gli è stato volutamente insegnato a essere diffidente nei confronti degli estranei. E ad essere anche reattivo. Il fatto è che se ritiene di essere stato sfidato o provocato, tende a essere molto reattivo. Aggiungeteci la sua taglia e il fatto che non ha paura e che, posto di fronte a delle avversità, avanza e non fugge mai ed ecco che avrete un cane difficile da controllare se non si ha una leadership ferma e decisa, se non si sa come gestire un cane di questa mole e con questa indole particolare. Sempre da tutte le parti viene poi ribadito il concetto che non bisogna MAI stimolare l'aggressività del Pastore del Caucaso: è un cane che già di suo non ama le persone al di fuori del nucleo famigliare, reattivo, territoriale... Davvero volete stimolare la sua aggressività?

Dove trovare un Pastore del Caucaso?

Se state cercando un cucciolo di Pastore del Caucaso, date un'occhiata alla nostra apposita sezione delle offerte su AnnunciAnimali.it:


Annunci Pastore del Caucaso
Pastore Caucaso cucciolo

Commenta questo articolo:

Ti potrebbe interessare: